Un posto in cui le persone vogliono lavorare e talvolta ritornano.. Questo è GAP dove abbiamo incontrato Daniela Tandin HR Manager di GAP Italia. Nel cuore di Milano in Corso Vittorio Emanuele, GAP ci accoglie nei suoi uffici poco distanti da uno dei più grandi negozi del centro. Cominciamo a conoscere il brand dalle parole di Daniela, che ci accoglie con i colleghi della sede, creando da subito un’atmosfera rilassata ed empatica.

GAP ha portato “l’americanità” in Italia nel 2010

Lo stile è casual, ma la cura dei dettagli va oltre il singolo capo di abbigliamento e raggiunge anche l’attenzione al rapporto con-e-tra le persone. Daniela ci racconta che esiste una sensibilità che favorisce i legami tra i dipendenti e i collaboratori che lavorano in GAP. Infatti

In GAP non si pensa solo al business, ma ci si cura anche delle persone

Le persone sono al centro di tutto, dal personale di negozio, ai manager degli uffici. Per ognuno c’è un piano di crescita e un’attenzione profonda verso la loro formazione. E’ abitudine di GAP riconoscere il merito e Daniela ci dice per esempio come i loro “Sales Associated 20h” siano la chiave, il fulcro attorno a cui si muovono i negozi del gruppo. Ci sono molti giovani che iniziano con GAP il loro primo impiego e così è molto importante che della loro vita in azienda si registrino da subito doti comportamentali oltre che skills tecniche. Questo fattore determina un’abitudine a considerare importanti tutti gli aspetti di crescita di una risorsa: da quando inizia a quando, dopo molti anni, deve ancora evolvere.

Cerchiamo persone che sappiano sorridere.

Sembra una cosa scontata, ma in realtà il sorriso autentico non è facile da trovare. E per lavorare a contatto con il pubblico è requisito di base instaurare una relazione genuina e pulita. Anche se in molti casi si tratta di un momento di vendita, GAP desidera che i valori del brand si ritrovino in tutti i comportamenti e in tutte le persone dei team di negozio. Questo ha fatto nascere un’attenzione profonda verso i temi della diversità ed inclusione oltre che verso le persone che sono meno fortunate.

Attivando per esempio dei veri e propri “rally di volontariato” verso chi è meno fortunato

In cui ognuna delle persone in GAP offrono il tempo e le risorse che possono, dimostrando già in questo modo grande maturità ed attitudine ad osservare oltre il proprio ambiente lavorativo. Le attenzioni al benessere e alla crescita delle persone in GAP non si fermano qui, In GAP sono attivi corsi di formazione mirati anche attraverso l’elearning con una misurazione dei risultati attenta e puntuale. In questo l’Italia, pur essendo una piccola realtà nella region di appartenenza, registra una risposta alla survey sull’engagement con un’adesione di oltre l’80% dei partecipanti. E’ sicuramente un fatto di maturità questo risultato, ma anche la capacità di attrarre talenti da parte di GAP. E questo è dimostrato anche dal fatto che oltre il 70% del management viene da una crescita interna.

Io stessa ho raggiunto la posizione che occupo grazie ad una crescita interna

In definitiva molte persone vogliono rimanere in GAP che è considerato uno dei posti migliori dove lavorare e questo è riconosciuto anche dal fatto che chi esce dall’azienda per un’esperienza lavorativa, poi è accaduto che sia ritornato e questo denota, con un pizzico di orgoglio dalle parole di Daniela, il reale benessere che si respira in quest’azienda.

Grazie Daniela per la calorosa accoglienza, siamo stai vostri ospiti curiosi e soddisfatti di aver incontrato un’azienda fatta di persone.

 

GAP Web